English version Versione italiana Versión en español
Accessi da Gennaio 2000

Google Play

Regala la Sicilia Scrivici Libro degli Ospiti Sicilia Viaggi

Sicilia NOTIZIE

Pagina 1 di 23

Esordisce a Parigi il cantautore Pollina Dicembre 2010
L’associazione “Musica Italiana”, che promuove la diffusione della musica popolare e d`autore italiana in Francia, presenta a Parigi il cantautore palermitano Pippo Pollina, definito dalla stessa Associazione "musicista di culto e di riferimento per gli amanti dell’autentica musica d’autore e, con le sue canzoni, romantico poeta di amore ed amicizia, ma anche paladino delle più forti istanze di libertà e legalità".

Il giorno 16 dicembre, alle ore 19, presso la libreria franco-italiana LA LIBRERIA di Parigi (89, Rue du Faubourg Poissonnière) verrà presentato il libro “Abitare il sogno – Vita e musica di Pippo Pollina” scritto dal giornalista e critico musicale Franco Vassia.

Alle ore 21 dello stesso giorno, presso il Teatro Comedie-Nation di Parigi (77, rue de Montreuil), durante un concerto Pollina presenterà il meglio del suo vastissimo repertorio accompagnato dalla Piccola Orchestra Altamarea, validissimo quartetto d’archi tutto femminile.

Il giorno 17 dicembre, alle ore 20.30, Pippo Pollina si esibirà nell’ AUDITORIUM della Mairie di Longjumeau (Auditorium Barbara- Theatre de la Ville de Longjumeau) anche questa volta accompagnato dal quartetto d’archi.

Un caloroso “In bocca al lupo!” per il cantautore Pollina da parte dello staff di Sicilia nel Mondo. E’ per noi motivo di soddisfazione sentire che un siciliano si fa onore, soprattutto quando ciò avviene all’estero.

In Brasile e in Cina una mostra sulla Sicilia Dicembre 2010
Una interessante mostra è stata allestita per far conoscere in Brasile e in Cina alcuni aspetti particolarmente significativi della Sicilia. Vengono presentate cinquanta fotografie scattate da Paolo Barone, fotografo scordinese di lunga esperienza, che ha puntato l’obiettivo su natura, arte, tradizioni e gastronomia della nostra terra. Ogni sua creazione, che possiede il fascino di un’opera d’arte, é stata riprodotta su tela.
Queste immagini, dopo essere state mostrate in pubblico a San Paolo, in Brasile, ora vengono ammirate dai cinesi presso l’Istituto italiano di Cultura di Pechino. In seguito verranno presentate a Tianjin e a Chongqing e infine torneranno in Brasile per altre esposizioni.
Le fotografie di Barone offrono agli occhi pieni di ammirazione dei visitatori brasiliani e cinesi immagini positive della nostra terra e questo può contribuire a modificare un chiché non edificante della Sicilia e ad incrementare il flusso turistico verso la nostra terra.

Confetti bianchi nel Libro degli ospiti 21 luglio 2010
Ieri si sono sposati a Palermo Federico (Fefè) Vaccaro ed Elena Minafò, da tempo affezionati amici di Sicilia del Mondo.
Fefé, rinomato poeta dialettale, risiede a Palermo; invece Elena, originaria del capoluogo siciliano, si trovava da molti anni a Torino. Essi qualche tempo addietro si sono conosciuti attraverso il nostro Libro degli ospiti, poi si sono incontrati e fra loro è sbocciato l’amore.
In serata, nella splendida cornice di Villa Igiea, l’elegante albergo palermitano voluto dai Florio e progettato dal Basile, Fefè ed Elena hanno festeggiato l’evento attorniati dai parenti e dagli amici più intimi.
Sicilia nel Mondo fa agli sposi molti auguri perchè nella loro vita in comune ci sia tanta felicità.

Un fumetto ambientato a Palermo Settembre 2009
E’ arrivato nelle edicole italiane un fumetto dell’editore Bonelli (celebre per opere di questo genere) ambientato nelle vie e, soprattutto, nei vicoli di Palermo e intitolato “La camera dello scirocco”. Si tratta di una storia horror, che ha per protagonista il dampyr Harlan Draka. Nella mitologia slava il dampyr è un essere immaginario nato dall’amplesso di una donna con un vampiro. Il suo sangue è velenoso per i vampiri, che, come si sa, si nutrono di questa sostanza.
Draka agisce in vari posti dell’Europa e questa volta il suo creatore ha voluto portarlo nel capoluogo siciliano, dove s’impegna in una lotta contro un altro mostro. I vicoli, gli antichi palazzi, la chiesa dello Spasimo e altri luoghi di Palermo costituiscono lo scenario nel quale il protagonista si muove. Non mancano riferimenti alla setta segreta dei Beati Paoli e ai Pupi del famoso teatro popolare siciliano.
L’autore del racconto è Giovanni Di Gregorio, sceneggiatore siciliano e apprezzato collaboratore della Monelli. I disegni, molto belli, sono di Nicola Genzianella.

Castellammare in festa nelle antiche scale Settembre 2009
Nella seconda decade di questo mese Castellammare nel Golfo ha vissuto alcune serate di festa nelle vie del centro e soprattutto nelle antiche scale che portano al mare. Questa manifestazione è stata chiamata, appunto, “Per le antiche scale”.
Concerti, proiezioni, installazioni d’arte e altre attività per tre sere hanno allietato i cittadini.
Uno spazio é stato dato anche alla gastronomia. In particolare, erano presenti alcuni cuochi arabi, che hanno realizzato gustosi piatti della loro tradizione. Questa presenza, oltre all’esibizione di musicisti esperti di musica etnica, ha dato alla manifestazione un carattere interculturale. Essa, per altro, era dedicata ai migranti che dalle coste africane inutilmente hanno cercato di raggiungere quelle della Sicilia.
I luoghi di Castellammare interessati alle serate culturali e folcloristiche sono stati soprattutto la Villa Margherita, la Discesa Marina, il Quartiere della Chiusa, la Scalinata dei Crociferi e il Teatro Apollo.

Si prepara il Registro delle eredità immateriali Luglio 2009
L’UNESCO, l’organismo dell’ONU che si occupa di educazione, scienza e cultura e protegge i siti considerati patrimonio dell’umanità, ha deciso di porre sotto tutela anche il patrimonio che non è materiale, ossia abilità artigianali, tecniche di produzione alimentari, espressioni della cultura popolare, ecc. Ad esempio, in Sicilia potrà esserci la tutela per la lavorazione del coralli, del tufo o della lava.
Verranno istituiti quattro registri: il libro dei saperi (quali possono essere le antiche tecniche dell’artigianato e la gastronomia tradizionale); il libro delle celebrazioni (cerimonie religiose e feste popolari); il libro delle espressioni (in cui saranno iscritte l’espressioni artistiche, musicali o visive tipiche di una determinata area geografica); infine il libro dei tesori umani viventi, nel quale saranno registrate le persone o i gruppi che possiedono particolari conoscenze o abilità).
La Regione Sicilia è stata la prima in tutto il Mediterraneo ad aderire a questa interessante iniziativa dando vita al cosiddetto REI, ossia Registro delle eredità immateriali. In seguito l’Associazione "I World" ha proposto l’istituzione del Registro per l’eredita immateriali d’interesse locale. A questa iniziativa hanno aderito numerosi comuni siciliani e si pensa che molti altri aderiranno, considerata la sua importanza. I Comuni avanzeranno delle proposte, che saranno valutate da un comitato scientifico dell’Università di Palermo e, se rispetteranno i criteri stabiliti dall’Unesco, saranno accolte.

E’ Pietro Minneci Sberna il campione di paraciclismo 2009 Giugno 2009
Nella seconda decade di questo mese il ciclista Pietro Minneci Sberna ha vinto il primo premio in una competizione valevole come Campionato italiano di ciclismo su strada per la categoria amatori paralimpici. Egli ha percorso 75 km alla media di 35,500 km/h Questa gara, organizzata dalla A.S.D. Pro Patria Polisportiva Disabili di Busto Arsizio, si è svolta ad Olgiate Olona, in provincia di Varese. Pietro Minneci Sberna, siciliano di Grotte (Agrigento), insegna Discipline giuridiche presso un Liceo Classico. E’ idrocefalo congenito, ma grazie alla scienza medica è riuscito a ridurre notevolmente i disagi del suo handicap. Ha studiato fino alla Laurea presso l’Università di Siena, mentre coltivava la sua grande passione per la bicicletta. Questa lusinghiera vittoria gli consente d’indossare la maglia tricolore, che porterà fino al mese di giugno del 2010. Complimenti ed auguri vivissimi al neocampione nazionale da tutto lo staff di Sicilia nel Mondo.

Claudio Forti in Boemia per il romanzo "SARKA" Giugno 2009
Lo scrittore e drammaturgo marsalese Claudio Forti è stato ricevuto dal Sindaco della città di Liberec, in Boemia (Rep. Ceca), ing. Jiri Kittner. Il Sindaco, dopo avere lungamente conversato con Forti sui motivi che hanno spinto lo scrittore ad ambientare il romanzo “Sarka” a Liberec, gli ha fatto visitare il magnifico palazzo sede del Municipio, ideato dallo stesso architetto autore del Municipio di Vienna, e ha scambiato con Forti notizie sulle rispettive città.
Marsala e Liberec sono state vicine, quindi, grazie ad un romanzo, nella riprova che arte e cultura avvicinano i popoli.

Alla fine del cordiale incontro, fortemente voluto, ricordiamolo, dall’Ambasciata Ceca in Italia, il Sindaco Kittner ha consegnato a Forti una medaglia d’argento simbolo di Liberec e un libro sulla città affinchè vengano donati al Sindaco di Marsala, Avv. Renzo Carini, per ricambiare il simbolico pensiero di quella Amministrazione.

Pubblicata in 60 volumi l’opera del Pitré Maggio 2009
Sono stati pubblicati dalle Edizioni Nazionali tutti gli scritti di Giuseppe Pitré, medico palermitano con una grande passione per le nostre tradizioni. Il Pitrè raccolse nel corso della sua vita una quantità immensa di documenti appartenenti al patrimonio culturale del popolo siciliano. Questa grandisima mole di scritti oggi é stata pubblicata in sessanta volumi curati da Aurelio Rigoli, direttore del centro internazionale di Etnostoria, ed Annamaria Amitrano Savarese. Il loro lavoro é durato molti anni, perché in questo monumentale “corpus” non solo sono state inserite le opere già pubblicate, ma anche quelle inedite, che il Pitré ha lasciato in alcuni quaderni.

In questa raccolta figurano ben dodicimila proverbi e un gran numero di canzoni, indovinelli, formule magiche, poesie, fiabe, leggende. Un intero volume è dedicato alla vita culturale e sociale di Palermo, altri volumi contengono quello che i viaggiatori hanno scritto sulla Sicilia.

Giuseppe Pitré con il suo lavoro di ricerca ha impedito che il nostro vastissimo patrimonio popolare andasse perduto dopo la scomparsa di chi ne era a conoscenza. A questo grande etnologo Sicilia nel Mondo ha dedicato tempo addietro una scheda nella sezione Personaggi illustri.

Premio della bontà ad un giovane del Bangladesh Aprile 2009
Ammirevole e commovente quello che fa il giovane bengalese Islam Ariful, ventiduenne, residente a Palermo da un decennio. Egli da tre anni assiste con amore e abnegazione il fratello più piccolo Simone, che ha necessità di sottoporsi alla dialisi quattro volte ogni settimana.
“Mio fratello Simone – dichiara Islam – non si separa mai da me. Gioco con lui, lo faccio studiare e la sera, se esco, torno presto per metterlo a letto.”
L’Associazione Hazel Marie Cole, sorta per premiare gli alunni più buoni e coloro che si prodigano in favore dei ragazzi provenienti da Paesi poveri e gli anziani bisognosi di aiuto, ha voluto premiarlo per la sua bontà con un assegno di duemila euro. Il giovane bengalese intende utilizzare questi soldi per studiare e diventare infermiere. “Qui in ospedale – dice ancora – ho conosciuto la sofferenza di molti bambini che un giorno vorrei aiutare come infermiere.”
Il comportamento di questo giovane avrebbe suggerito al De Amicis una pagina per il suo libro Cuore?

<< Indietro
Prima pagina
Ultima pagina
Avanti >>