English version Versione italiana Versión en español
Accessi da Gennaio 2000

Google Play

Regala la Sicilia Scrivici Libro degli Ospiti Sicilia Viaggi

Il libro degli ospiti

Pagina 1 di 10

21/05/2017 17:34:19
Nome mariù
E-Mail
URL
Nazione milano

salve amici buon pomeriggio

pomeriggio tranquillo e un po pigro,a casa, dopo aver assolto ai doveri familiari,occorrono anche quelli,qualche piccola pulizia,la prepaparazione del pranzo,che la domenica è sempre un pochino più elaborato, oggi risotto con radicchio,spek e gorgonzola, e gamberoni grigliati con contorno di insalata mista.a dire il vero oggi è stato semplicissimo .
Accendo il pc, che ora è diventato uno strumento sempre meno utilizzato da me,è stato ormai sorpassato dall`uso del cellulare.Mi collego al mio sito preferito anche se un po troppo trascurato.
Eccomi qui senza niente di particolare da dire perchè non ci sono intelocutori. Devo ammettere che è un po triste. Scontroso No ma che dico , una grande notizia c`è , la piccola Debora,ormai bella ragazza ,figlia della nostra Ninetta è convolata a nozze.Una splendida sposa davverocon un bellissimo abito bianco.buona vita ai novelli sposi.un saluto e un grande abbraccio a tutti, finiscono i caratteri,ciaooooo Amore mariù


21/05/2017 11:07:02
Nome claudia
E-Mail
URL
Nazione avellino

Una buona domenica a tuttissimi
Buona domenica a quanti verranno dopo di me, ma il mio saluto va anche a chi ha già scritto su questo Libro che ci ha uniti per tanto tempo e dal quale é impossibile recidere il legame.
Un saluto particolare va sempre al nostro caro Simone, ma non posso non ricordare Armando, vera colonna di questo Libro.

Sorriso Buona domenica Amore Sorriso

09/05/2017 11:09:13
Nome mariù
E-Mail
URL
Nazione milano

buongiorno amici di SNM
carissimi tutti, è propio tanto tempo che non venivo a trovare i nuovi ma sopratutto i vecchi amici di questo meraviglioso libro, che per molto tempo è stato la nostra famiglia, la nostra casa
chi entra nel mio cuore non ne esce più,e quindi passasse un secolo mi ricorderei sempre degli amici.
abbraccio tutti, ma un saluto particolare a Simone e Lina,e agli amici con i quali siamo rimasti in stretto contatto telefonico.
a presto Amore Amore Amore ciaooooooooooooo

02/05/2017 16:50:18
Nome
E-Mail
URL
Nazione

... l`accoglienza povera quando finisce?

"bullshit"

15/04/2017 22:39:42
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione

Buona Pasqua a tutti voi! Al professore Simone al poeta Federico, a Concetto e Santina ... a tutti e quannu scrivu tutti siti pappiddaveru TUTTI accussì. BUONA PASQUA ! Amore

15/04/2017 22:39:41
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione

Buona Pasqua a tutti voi! Al professore Simone al poeta Federico, a Concetto e Santina ... a tutti e quannu scrivu tutti siti pappiddaveru TUTTI accussì. BUONA PASQUA ! Amore

13/04/2017 07:34:54
Nome Fefé
E-Mail federico.vaccaro@poste.it
URL
Nazione S.P.Q.P.

Vassabenedica a tutti! Da tanto, tanto tempo, non aprivo questo caro libro! Vi trovo, nelle ultime pagine, il fedelissimo Armando con Bianca (che mi ha fatto tornare la voglia di preparare un po` di acciughe marinate). Allora, per primi a loro, insieme all`amato Professore, gli auguri per questa Santa Pasqua. Carissimi, grazie per l` ossigeno che date a questa "creatura" dimenticata dai più. Buona Pasqua a tutti gli antichi amici, a tutti i lettori ed a chiunque ha nel cuore il sentimento della Speranza. Buona Pasqua! Amore Sorriso

10/04/2017 17:48:38
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione

SCIOGLILINGUA SICILIANO

A lu puzzu di me` ze` Mezzino dei Pazzi
c`era `na pazza chi lavava pizzi e pezzi
vinni me` ze` Mezzino dei Pazzi
pigghia la pazza, le pezzi e li pizzi
e li jetta `ntò puzzu di li pazzi

Al pozzo di mio zio Mezzino dei pazzi
c`era una pazza che lavava pizzi e pezze
venne mio zio Mezzino dei pazzi
prende la pazza, le pezze e i pizzi
e li butta nel pozzo dei pazzi

popolare

06/03/2017 11:58:40
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione

LU CAVADDU

C`era un cavaddu di beddi fattizzi
baiu di pilatura, e avia un gran passu,
era l`invidia pri li soi biddizzi,
e quann`iddu niscia facìa fracassu.
Lu so patruni ci facia carizzi,
lu vulia beni, e l`avia fattu grassu
ma `ntra lu megghiu di li valintizzi
nna coscia si spizzau `ntra un malu passu.
D`iddu ogni musca si `mpussessa allura,
ogni sceccu chiù vili lu rimpetta,
ricivi cauci, e muzzicuni ogn`ura
cu lu stimava, la sò morti aspetta.
O quantu ddu proverbiu m`innamura:
All`arvulu cadutu, accetta, accetta.

Giuseppe Marraffino

28/02/2017 17:42:53
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione

LU SCECCU E LU SCIUMI

Passava un sciumi trubulu
un sceccu carricatu,
e stentu e gran fastiddiu
pruvava sfurtunatu.
Li pedi ca cci ncoddinu
ntra ddu fangusu lettu;
e la sciumara acchianacci
ppri fina nta lu pettu.
Per unni lamintannusi
stu miseru dicia:
Oh sciumi chi martiriu
ca fusti tu ppri mia!
Parra lu Sciumi all`asinu,
e dici: Oh, a ssi guai
si cci darrà rimeddiu,
non passa tantu assai.
Quannu dui misi scursiru
l`asinu ca si trova,
a lu passu medesimu
vitti na cosa nova:
Un bellu ponti autu
vitti, e ntra sè dicia:
Dunca sta granni fabbrica
tocca ammuntari a mia?
O Sciumi tu mi liberi
di un mali ccu autru mali.
A cui lu Sciumi: zittuti
o stupidu animali.
Menzu nun c`è; eligiti
lu fangu, o l`acchianari;
ca tutti dui l`incommodi
no, non li poi scansari.
Passu di sciumi trubulu
sta vita è affannata:
Suffriri è necessaiu
o l`acqua o l`acchianata.

Venerando Gangi

28/02/2017 16:53:44
Nome Bianca
E-Mail
URL
Nazione

SPAGHETTI AI RICCI DI MARE

Ingredienti per 4 persone:
* 400 gr di spaghetti
* 80 ricci (equivalenti a 2 bicchieri di plastica che vendono generalmente al mercato al prezzo di euro 10 circa a bicchiere)
* 1/2 bicchiere d`olio extravergine d`oliva
* 2 spicchi d`aglio
* 1 mazzetto di prezzemolo
* sale e pepe

Aprite i ricci con apposito utensile o con un paio di forbici e recuperare le uova, trasferendole in una terrina.
Pestate l`aglio nel mortaio con ua presa di sale; versate il composto in una ciotola e incorporate il prezzemolo tritato, l`olio (leggermente scaldato a bagnomaria) e una spolverata di pepe.
Mescolate, quindi, la salsina alle uova dei ricci e lasciate riposare.
Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata; sgocciolateli al dente e conditeli con il sugo preparato

24/02/2017 17:18:51
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione

`U LUNI PI` STRATA E `U MARTIRI CA` FAMIGGHIA
Il lunedì per strada e il martedì con la famiglia

E` riferito naturalmente al carnevale nei paesi dov`era praticata la pastorizia. La domenica i padroni facevano festa, e il giorno seguente davano il cambio ai pastori. Questi passavano il lunedì in cammino per poter fare festa con la famiglia il martedì.

23/02/2017 12:49:51
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione

Lu jovidi grassu cu` nun havi dinari s`arrusica l`ossu.
Il giovedì grasso chi non ha soldi risicchia l`osso.

Mentre tutti fanno festa ballando e trippando, c`è qualcuno che sta in disparte per mancanza di pecunia o altro.

22/02/2017 16:48:20
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione


Lu fissa cu` è? Carnilivari o cu` ci curri appressu?
Lo sciocco chi è? Carnevale o chi gli corre appresso?

Rimprovero con cui si usa riprendere qualcuno che si lamenta di essere stato ingannato o preso in giro.

10/02/2017 17:04:33
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione

Vàrdati di omu ca nun parra, e di cani ca nun abbaia
Diffida dell`uomo che non esprime la sua opinione, e del cane che non abbaia (perchè ti potrà assalire improvvisamente)

06/02/2017 16:27:18
Nome Bianca
E-Mail
URL
Nazione

CUCINA SICILIANA DI MARE
Acciughe marinate
Ingredienti per 4 persone:
* 500 gr di acciughe fresche
* 2 spicchi d`aglio (facoltativo)
* 2 dl di succo di limone
* 1 ciuffo di prezzemolo
* olio extravergine d`oliva
* 1 peperoncino rosso piccante
Pulite le acciughe, apritele a libro e privatele della lisca; poi, lavatele e asciugatele con cura. Stendetele in un largo piatto fondo che le contenga in un solo strato, con la parte interna verso l`alto. Versate il succo di limone, in modo che ne rimangono totalmente coperte (eventualmente ne aggiungerete un altro) e lasciatele marinare in luogo fresco per 24 ore, coperte con un foglio di pellicola. Trascorso il tempo necessario, scolate le acciughe dal liquido di macerazione e trasferitele in un piatto di portata.
Condite il pesce con un filo d`olio, un trito di prezzemolo, qualche fettina d`aglio, scaglie di peperoncino e una presa di sale e lasciate insaporire per almeno un`ora.

24/01/2017 20:25:01
Nome Armando
E-Mail
URL
Nazione



LU SCOGGHIU E LU DIAMANTI

Cu` appi oricchi di ascutari
di li petri lu parrari
zoccu `ntisi lassau scrittu
di li posteri a profittu;
cioé a diri l`auti vanti
ca lu Scogghiu e lu Diamanti
iddi stissi si adattaru,
e a `stu modu li spiegaru.

Lu scogghiu:
Ju non sugnu luminusu
ma giganti machinusu.

Lu Diamanti:
Ed ju picciulu e lucenti
tiru a mia li sguardi attenti.

"Varii `ntrà `stu munnu
li criaturi sunnu,
ma d`iddi ognunu ha
li proprii qualità".

Venerando Ganci

24/01/2017 17:02:26
Nome Bianca
E-Mail
URL
Nazione



MINESTRA DI LENTICCHIE

Per una notte, lasciare ammollare in acqua poco salata 600 gr di lenticchie, che cuocerete poi in acqua abbondante, con l`aggiunta di mezza cipolla, 1 costa di sedano, sale e pepe. Preparate adesso, in una pentola di coccio, con mezzo bicchiere d`olio, un soffritto di aglio e cipolla, al quale poi aggiungerete 4 pomodori privi di semi e tagliati grossonalmente. Quando questa salsa sarà cotta, versatevi le lenticchie ben scolate: portate a ebollizione e lasciate cuocere per 10 minuti. A parte, cuocete 400 g di pasta corta e, quando vi parrà al dente, scolatela e versatela nel recipiente con le lenticchie. Lasciate sobbollire per 1 o 2 minuti, quindi togliere la pentola dal fuoco e copritela. Servite la minestra dopo 5 minuti, con pecorino o caciocavallo grattuggiato.

24/01/2017 17:01:23
Nome Bianca
E-Mail
URL
Nazione

MINESTRA DI LINTICCHI

Dintra `na pignata d`acqua, cu pocu sali, lassati ammuddari pi `na nuttata sana, 600 gr `i linticchi. Poi cucitili in acqua abbunnanti cu mezza cipudda, `na tistuzza d`accia, sali e pipi.
Suffrijti dintra `na pignata `i crita, mezza cipudda e `nu spicchiu d`agghia cu tanticchia d`ogghiu e, a culuri giustu, calatici quattru oumadoru pilati. Fattu `u sucu, jttatici i linticchi sculati e `nsapuritili pi` deci minuti.
A parti, faciti cociri 400 gr d`attuppateddi, sculatili e juncitili a li linticchi.
Un minutu di cuttura e `mpiattati cu picurinu o caciucavaddu `rattatu.

23/01/2017 17:42:41
Nome Bianca
E-Mail
URL
Nazione



RISOTTO AL MANDARINO DI SICILIA

Ingredienti:
* 2 mandarini (110 g)
* 500 g di riso
* 30 g di brandy o cognac
* 30 g di burro
* 1oo g di parmigiano grattuggiato
* 1 lt di brodo vegetale
* 40 g di olio extravergine d`oliva

Lavare i mandarini e tagliare la buccia. Spremere i mandarini e tenere il succo da parte. Soffriggere leggermente le bucce in 4 cucchiai di olio extravergine d`oliva, aggiungere il riso, e lasciare tostare due minuti, sfumare con il brandy e portare a cottura aggiungendo piano piano il brodo vegetale ben caldo. Quasi a cottura ultimata, aggiungere il succo dei mandarini. Finite la cottura e a fuoco spento mantecare il risotto con il burro ed il formaggio grattuggiato.

<< Indietro
Aggiungi un messaggio
Archivio
Avanti >>